Sono tre i bandi per la gestione di un rifugio attualmente aperti sulle Dolomiti: si riferiscono a tre diversi rifugi alpini situati in Veneto, tra le Dolomiti Bellunesi.

I contratti con gli attuali gestori, infatti, si avvicinano alla scadenza e le diverse sezioni del CAI – proprietarie dei rifugi – hanno pubblicato i rispettivi avvisi per assegnare la gestione delle strutture a partire dalla prossima stagione estiva 2021.

I rifugi in cerca di gestore sono i seguenti (in ordine di scadenza dei bandi):
il Rifugio Boz del CAI di Feltre,
il Rifugio Antelao, del CAI di Treviso
il Rifugio Nuvolau del CAI di Cortina d’Ampezzo.

1. Bando per la gestione del Rifugio Bruno Boz

Rifugio Boz – foto CAI Feltre

Il CAI di Feltre ha pubblicato il bando per l’assegnazione della gestione del Rifugio Bruno Boz a partire dalla prossima stagione estiva 2021.

Il rifugio Boz rientra all’interno del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, a 1718 metri di quota, nel gruppo montuoso del Cimonega, tra le Vette Feltrine. In particolare, si trova ai piedi del Sass de Mura (2550 mt), la cima più elevata delle selvagge vette feltrine, posta quasi sul confine tra Veneto e Trentino.

Le vie di accesso principali sono attraverso la Val Noana, la Val Nagaoni e la Val Canzoi.

Il Rifugio Boz è situato lungo il percorso dell’Alta Via 2 delle Dolomiti e rientra nel territorio delle Dolomiti UNESCO, sistema 3 (Pale di San Martino, San Lucano, Dolomiti Bellunesi, Vette Feltrine).

Informazioni, modulistica e bando completo:

Le domande dovranno pervenire entro e non oltre sabato 23 gennaio 2021 rispettando le modalità indicate sul sito del CAI di Feltre, dove è disponibile anche la documentazione completa approvata dal direttivo.


2. Bando per la gestione del Rifugio Antelao

Rifugio Antelao – foto CAI Treviso

La sezione di Treviso del CAI ha pubblicato il bando per l’assegnazione della gestione del Rifugio Antelao, uno dei più amati del Cadore. Anche in questo caso si tratta di individuare i nuovi gestori per la stagione estiva 2021.

Il Rifugio Antelao si trova a 1.796 metri, nel comune di Pieve di Cadore, sul bel balcone naturale della sella prativa di Pradonego. Prende il nome dal Monte Antelao, il re delle Dolomiti (secondo per altezza solo alla Marmolada, con i suoi 3.263 metri di altitudine).

Offre un punto d’appoggio agli escursionisti delle Alte Vie Dolomitiche numero 4 e 5. Le principali vie d’accesso (con dislivelli contenuti) partono da Vinigo, Pozzale, Nebbiù e Valle di Cadore. Con escursioni più impegnative si può raggiungere da Praciadelan sopra Calalzo o con una lunga attraversata tramite il Rifugio Galassi, Forcella del Ghiacciaio e Forcella di Piria, da San Vito di Cadore.

Informazioni, modulistica e bando completo:

Le domande dovranno pervenire entro e non oltre domenica 31 gennaio 2021 rispettando le modalità indicate sul sito del CAI di Treviso, dove sono disponibili anche la documentazione completa e la modulistica da compilare.


3. Bando per la gestione del Rifugio Nuvolau

Rifugio Nuvolau – foto CAI Cortina d’Ampezzo

Il CAI di Cortina d’Ampezzo ha pubblicato l’avviso per affidare in gestione il Rifugio Nuvolau, uno dei rifugi storici delle Dolomiti e dei più conosciuti dagli escursionisti.

Il Rifugio Nuvolau si trova a 2.575 metri di quota sul monte omonimo, nel cuore delle Dolomiti Ampezzane.

Situato lungo il percorso dell’Alta via numero 1 delle Dolomiti, può essere raggiunto attraverso diversi meravigliosi percorsi escursionistici. Le principali vie d’accesso partono dal passo Giau, passando dal Rifugio Averau, o dal passo Falzarego, passando per le Cinque Torri e il Rifugio Scoiattoli.

Informazioni, modulistica e bando completo:

Le domande dovranno pervenire entro e non oltre lunedì 15 febbraio 2021 rispettando le modalità indicate sul sito del CAI di Cortina d’Ampezzo, dove è disponibile anche il modulo da compilare.


Foto di copertina: Rifugio Antelao, dalla pagina Facebook del rifugio