La nuova gestione del Rifugio Boz è stata affidata a Erika De Bortoli e Andrea Marchetti. Lo ha comunicato il CAI di Feltre insieme a un “sincero in bocca al lupo per la nuova esperienza professionale.”

La decisione è stata presa al termine di un lungo articolato processo di selezione, necessario per valutare le tante candidature ricevute (giunte da diverse località del nord Italia).

I nuovi gestori del Rifugio Boz

Erika De Bortoli e Andrea Marchetti
Erika De Bortoli e Andrea Marchetti

I nuovi gestori del Rifugio Boz sono due bellunesi. Erika De Bortoli ha già maturato un’importante esperienza di gestione di un rifugio: per 7 anni ha accolto gli escursionisti al Rifugio Da Piaz. Gestisce un’azienda agricola dedita soprattutto all’allevamento di bovini allo stato semibrado e alla coltivazione di fagioli e mele (l’antica varietà locale del pom prussian).

Andrea Marchetti è maestro di sci. Insieme, hanno in mente di dare nuova linfa al Rifugio Boz, sviluppando l’escursionismo lungo i due versanti delle vette feltrine. Con una particolare attenzione ai giovani e alle famiglie con bambini.

I nuovi gestori raccolgono il testimone da Daniele Castellaz e dalla moglie Ginetta, che lasciano questo rifugio dopo quasi 40 anni di onorato servizio.

Il Rifugio Boz

Il Rifugio Boz, la cui struttura è di proprietà del Comune di Mezzano (in provincia di Trento), si trova nel gruppo del Cimonega, nel territorio comunale di Cesiomaggiore (in provincia di Belluno).

Situato a 1718 metri di quota, nel territorio del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, è affacciato sul Sass de Mura. Le principali via d’accesso sono due: dal Primiero (Val Noana) e dal Feltrino (Val Canzoi).

Fonte e foto: CAI di Feltre