scrivi qui cosa stai cercando
Consigli

Pasqua in montagna? 5 cose da fare sulle Dolomiti

Pasqua in montagna sulle Dolomiti

Avete scelto di trascorrere la Pasqua in montagna? Ottima idea! Ecco allora 5 idee e altrettante cose da fare sulle Dolomiti nel weekend di Pasqua e Pasquetta 2024.

In questo particolare momento dell’anno il territorio offre proposte diversificate (dallo sci in quota alle escursioni primaverili) e molti eventi legati alle tradizioni popolari del periodo pasquale.

Senza contare il fatto che è un piacere anche semplicemente passeggiare nei paesi ammirando le case decorate a festa e le prime fioriture.

1. Mercatino di Pasqua – Bolzano

Nel lungo weekend di Pasqua, a Bolzano si svolge il tradizionale Mercatino di Pasqua, di cui vi abbiamo parlato nell’articolo che presenta gli eventi di primavera.

Fino a lunedì 1 aprile, giorno di Pasquetta, gli espositori animeranno con le loro bancarelle la bellissima piazza Walther, proponendo specialità gastronomiche, prodotti del maso e artigianato artistico. Inoltre sono previste attività e laboratori per bambini, legati alle tradizioni pasquali. Tra decorazioni a tema con materiali naturali, caccia alle uova pasquali e il tradizionale gioco – sfida delle uova sode (Eierpecken).

2. Ammirare le fioriture primaverili – varie località

Nel periodo primaverile, secondo noi, non c’è niente di meglio di godersi le giornate che si allungano ammirando la natura che si risveglia. Se ad altitudini elevate c’è ancora neve, a bassa quota i prati si colorano con le prime fioriture. Quest’anno è ancora presto per ammirare i crochi che tra poco creeranno incantevoli tappeti variopinti. Viste le condizioni meteo e le recenti nevicate, il weekend di Pasqua e Pasquetta sarà l’occasione per fare qualche escursione invernale sulle Dolomiti.

Prima di compiere un’uscita – a maggior ragione in un periodo dell’anno così mutevole come questo – vi ricordiamo i consigli per approcciarsi alle escursioni in montagna in modo consapevole. Qui potete trovare un elenco di itinerari completi di foto e descrizioni:

3. Sciare tra le Dolomiti – Cortina d’Ampezzo (e altri comprensori)

Sciare in primavera a Cortina d’Ampezzo – credits Faloria

Per chi durante le vacanze di Pasqua in montagna ha ancora voglia di neve e di mettere gli sci ai piedi, in diversi comprensori del Dolomiti Superski è possibile sciare fino ad aprile inoltrato. Pasqua e Pasquetta compresa, dato che in molte ski area la data di fine stagione è fissata per domenica 7 aprile 2024.

Tra le località che nel weekend pasquale offrono un numero significativo di impianti aperti, c’è sicuramente Cortina d’Ampezzo. Fino al 7 aprile 2024 si scia sul Col Gallina, dove la seggiovia (Falzarego – Col Gallina) resterà aperta per un’intera settimana dopo Pasqua.
 
Ancora aperti anche gli impianti in Tofana. I tiratardi della neve potranno godersi le ultime curve sulla Druscié A e B, sul Raccordo Pié Tofana, sul Muro di Ra Cioures, Busc, Cacciatori, Canalino (Canalini 1 e 2), Pian Ra Valles e la variante, e sulla mitica Forcella Rossa. Aperti anche i rifugi Masi Wine Bar, rifugio Col Druscié e Capanna Ra Valles (leggi qui l’articolo dedicato ai rifugi da raggiungere in Tofana con la Freccia nel Cielo).
 
Come da tradizione, gli ultimi impianti a chiudere saranno quelli del Faloria. Tutti i giorni fino al primo maggio – meteo permettendo – è possibile salire dal centro di Cortina fino in vetta grazie alla funivia Faloria e alle seggiovie Vitelli e Rio Gere – Pian de Ra Bigontina, oltre allo skilift dei Tondi di Faloria. Con le sue cinque piste nere aperte (Vitelli, Canalone Franchetti, Stratondi, Bigontina, Scoiattolo), e le sei rosse (Faloria, Tondi, Vitelli Bassa, Slittone, Monti Zardini) il Faloria si conferma il paradiso degli sciatori che vogliono approfittare fino all’ultimo della neve. Per chi invece vuole approfittare delle ultime giornate della stagione per muovere i primi passi, consigliata la Rio Gere – Pian de Ra Bigontina (blu). Aperto fino al primo maggio anche il rifugio Faloria.

4. Vivere le tradizioni pasquali – varie località

Puntuali come ogni anno, a Pasqua rivivono antiche tradizioni. Una vacanza sulle Dolomiti in questo momento dell’anno può essere l’occasione per scoprire usanze tipiche di questi paesi di montagna e partecipare a eventi a tema.

Vi abbiamo già parlato del mercatino di Pasqua di Bolzano, dove è possibile giocare all’eierpecken (cos’è? Vedi al punto 1 di questo elenco!).

A San Candido, una singolare caccia alle uova coinvolge i negozi del centro storico. Il coniglio pasquale ha nascosto tante uova rosse tra le vetrine: chi le troverà potrà vincere weekend benessere, buoni shopping e altre sorprese.

5. Visitare i musei del territorio – varie località

Il weekend di Pasqua, potrebbe essere un buon momento per visitare uno dei tanti musei dislocati tra le Dolomiti. Lumen è il museo dedicato alla fotografia collocato a 2275 metri di quota proprio a fianco ad AlpiNN, il “rifugio” di Norbert Niederkofler.

Lumen Museo della Fotografia a Plan de Corones – Foto © Paolo Riolzi
Lumen Museo della Fotografia a Plan de Corones – Foto © Paolo Riolzi

Al Museo Etnografico Dolomiti Bellunesi, Pasqua è il momento di “galline in festa al museo”, un pomeriggio per le famiglie con ingresso libero al museo, giochi di una volta organizzati da Comitato di Pullir, e il tradizionale torneo di rolo, il gioco d’altri tempi in cui ci si sfida con le uova soda. La partecipazione è gratuita.