Concerto nel bosco degli artisti di Falcade

Un concerto all’aria aperta nella suggestiva cornice del Bosco degli Artisti di Falcade (Dolomiti Bellunesi): sabato 30 luglio 2022, alle 10.30, ritorna “La mia terra. Concerto”, con una quarta edizione caratterizzata da musica, cinema, pittura e opere degli scultori della Val del Biois. E un ricordo dedicato alle vittime della tragedia in Marmolada.

Colonne sonore tra le vette delle Dolomiti, con l’orchestra diretta dal maestro Diego Basso

“Colonne sonore tra le vette” è il tema del progetto musicale ideato e realizzato dal maestro Diego Basso, giunto nel 2022 alla quarta edizione. In passato, il direttore d’orchestra è stato autore di un emozionante omaggio a Ennio Morricone sul Col Margherita, senza dimenticare il concerto dello scorso anno con Roby Facchinetti al Bosco degli Artisti.

Curate, sorprendenti e indimenticabili: musiche entrate nell’immaginario collettivo che si fondono con la storia del film, interpretandone le emozioni. Il programma del concerto propone un viaggio tra tanti capolavori del cinema: da L’ultimo imperatore fino alla profondità del deserto del Sahara con il “Te del deserto” e le colonne sonore di David Byrne e Ryūichi Sakamoto. Dal film Balla coi Lupi, valorizzato dalla musica di John Barry, passando alle indimenticabili colonne sonore dei maestri Vladimir Cosma, Jerry Goldsmith, Ennio Morricone. Storie cinematografiche diverse tra loro come The Mission – Il buono, il brutto e il cattivo e l’Estasi dell’oro per approdare a I magnifici sette con la colonna sonora composta da Elmer Bernstein. 

In scaletta anche un brano dedicato alle vittime della tragedia della Marmolada.  

Dalla collaborazione con il cartellonista Renato Casaro, un concerto in anteprima nazionale

Quest’anno, il concerto si arricchisce di un’inedita collaborazione tra il direttore d’orchestra Basso e Renato Casaro, il “cartellonista” che ha contribuito a rendere grande il cinema nel mondo.

I manifesti realizzati da Renato Casaro nel corso della sua carriera internazionale hanno ispirato il programma di questo concerto sinfonico che per la prima volta viene eseguito davanti al grande pubblico. Un’anteprima nazionale che si svolge a Falcade ed è dedicata alle colonne sonore che ricordano l’anima di film indimenticabili in un connubio perfetto tra musica e natura.

Con Renato Casaro la settima arte, il cinema, si è quasi naturalmente congiunta con la terza, la pittura. Un’unione dalla quale è felicemente nata una fiorente specialità: la pittura di cinema. Arti che si ricongiungono con la musica, attraverso le soundtrack di capolavori cinematografici eseguiti dall’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana, diretta dal maestro Diego Basso.

Il Bosco degli Artisti di Falcade

A fare da palcoscenico naturale al concerto “La mia terra” è il Bosco degli Artisti di Falcade (in provincia di Belluno), galleria d’arte a cielo aperto che sorge in località Le Buse, nella Ski Area San Pellegrino.

Raggiungere il Bosco degli Artisti è facile. Partendo da Falcade, si può arrivare a quota 1890 m. con la cabinovia che da Molino porta a Le Buse.

A pochi metri dalla stazione a monte sorge il Bosco degli Artisti, esposizione di opere a cielo aperto che valorizza l’abilità creativa di diversi scultori e pittori della Val Biois ispirati dalla bellezza e dalle tradizioni del territorio. Un percorso ad anello di circa 1 km dove i visitatori sono invitati a scoprire, passo dopo passo, le diverse opere nascoste tra gli alberi.

Costi

La partecipazione al concerto è gratuita. Il biglietto della cabinovia Molino – Le Buse costa 8 euro (13 € andata e ritorno) e può essere acquistato anche online.