Alta Badia in autunno

Arriva l’autunno, cadono le foglie… e gli chef stellati salgono a cucinare nei rifugi. Accade in Alta Badia
dove ha preso il via “Saus dl altonn – i sapori dell’autunno”, evento culinario che ha per protagonisti
alcuni tra i più noti e ispirati cuochi del Triveneto. Come accade per il Gourmet Ski Safari, manifestazione che si svolge all’inizio della stagione sciistica, ogni chef sarà abbinato ad una baita dove preparerà delle ricette gourmet pensate per l’occasione.

Prodotti locali e chef stellati nei rifugi

Si comincerà domenica 18 settembre, quando verrà celebrato il “graukaese” (formaggio grigio) del Maso
Gatscherhof, con cui lo chef ospite Johann Lerchner (ristorante Lerchner’s in Runggen, 1 stella verde)
realizzerà al rifugio Ütia Lé i “canederli pressati con insalata di cappucci e di rape bianche”.

Al rifugio Ütia de Bioch, lunedì 19 settembre si potrà invece degustare il “sandwich di cervo e di foie gras” dei bellunesi Renzo e Damiano Dal Farra (Locanda San Lorenzo a Puos d’Alpago, 1 stella Michelin), piatto
arricchito dalle erbe di montagna del maso Lü de Pincia.

Il miele dell’apicoltore Ivan Pedratscher sarà il prodotto abbinato al rifugio Ütia Gardenacia. Qui, martedì 20 settembre, verrà servita la “trippa di manzo dal Renon”, creata dal giovane chef Stephan Zippl (ristorante 1908 del Parkhotel Holzner a Soprabolzano, 1 stella Michelin e una stella verde).

La tappa al rifugio Club Moritzino avrà luogo sabato 24 settembre: la regia sarà di Simone Cantafio, unico chef locale (La Stüa de Michil dell’hotel La Perla) che cucinerà un piatto che ha chiamato “Talmente goloso”, con trancio di manzo fondente alla diavola, zucca in saor e cremoso al formaggio di malga. Utilizzerà come ingrediente base la carne del maso Lüch d’Arciara.

Domenica 25 settembre la rassegna culinaria si sposterà al rifugio Ütia I Tablá, a cui è stata abbinata la
carne di manzo bio del maso Natur Lüch Sossach. Lo chef Alessandro Bellingeri (Osteria Acquarol di
San Michele Appiano, 1 stella Michelin) presenterà i tortelloni con ripieno di stinco stracotto, schiuma di
patate e polenta, fieno e funghi.

Infine, lunedì 26 settembre, il latte di capra del maso Lüch Ciores sarà protagonista al rifugio Ütia Pralongiá: lo chef Stefano Croce (Ristorante Agritur el mas di Moena, 1 stella verde) lo impiegherà negli gnocchi di ricotta con estratto di erbette, pane nero e formaggio di capra.

Gli altri appuntamenti dell’autunno in Alta Badia

Il fitto programma di Saus dl altonn prevederà poi molte altre attività, tutte volte a conoscere le eccellenze del territorio.
Le proposte prevedono la transumanza, con il giovane contadino Matteo (18 settembre), l’escursione
sostenibile “Eco-Hiker” (19 settembre), la passeggiata mattutina alla cima Rit con colazione in rifugio
(20 settembre), la visita al maso Natur Lüch Sossach, specializzato nell’allevamento biologico di mucche
nutrici (21 settembre).

E poi ancora l’escursione alla scoperta delle erbe aromatiche (22 e 29 settembre) e la passeggiata tra musica e sapori “Sonns y saus de Armentara” (25 settembre). A fine settembre, un appuntamento al giorno: l’introduzione al lavoro delle api con degustazione del miele (27 settembre), l’escursione con la guida Giorgio e il fotografo Matteo con colazione al rifugio Kostner (28 settembre), visita al maso Chi Pra con dimostrazione della preparazione del formaggio (30 settembre).