×

C’è una nuova palestra di roccia dedicata all’arrampicata sportiva sull’Averau. Si trova ai piedi della parete sud del monte Averau e l’inaugurazione ufficiale è in programma giovedì 16 luglio 2020. La zona è dunque quella delle Dolomiti Ampezzane.

La palestra è stata realizzata dalle guide alpine Maurizio VenzoValerio Scarpa e Giorgio Peretti che la presentano così: “Le 15 vie attrezzate hanno nomi tratti da modi di dire in veneziano come “Testa da battipai”, “El gato de piombo”, “El petacoche” e così via. Le vie hanno una lunghezza di 15/18 metri con difficoltà dal 4c al 6a, quindi abbordabili da buona parte degli scalatori moderni, con chiodi spit inox e catene di ancoraggio con moschettone”.

La palestra è dedicata all’alpinista Renato De Pol Rene’, morto sullo spigolo Iori il 1 maggio 1973.

Durante l’inaugurazione verrà posta sulla roccia una targa in bronzo (Ditta Michielli) in ricordo dell’alpinista scomparso.

Palestra di roccia: tutto quello che c’è da sapere

Dove si trova? Verso la fine del sentiero Cai 441 che dal Rifugio Averau va verso la Croda Negra e il Col Gallina. Il Rifugio Averau dista 10 minuti a piedi.

Tipo di roccia: dolomia nera, solida 

Difficoltà: le vie presentano difficoltà dal 4c al 6a + ed hanno un sviluppo di 15/18 metri. 

Quota: 2400 metri circa, quindi è necessario portare sempre un abbigliamento adeguato; la parete è al sole verso mezzogiorno. 

Attrezzatura: casco, una corda da 50 metri e 10 rinvii.


Come raggiungerla: la zona è raggiungibile dal Passo Giau prendendo la seggiovia Fedare oppure con la seggiovia 5 Torri si arriva al rifugio Scoiattoli, da qui si raggiunge la forcella Averau e poi si segue il sentiero 441; in 10 minuti si arriva alla palestra.  

error: Content is protected !!