fbpx

L’escursione che porta al Rifugio Vallandro e alla cima del Monte Specie partendo da Carbonin è una bella uscita invernale, piuttosto lunga ma sicuramente gratificante. Questa gita rientra sicuramente tra le più belle escursioni da fare in inverno sulle Dolomiti (qui, l’elenco completo).

Il Rifugio Vallandro è aperto in estate e in inverno e rappresenta un ottimo ristoro, con una bella terrazza e interni accoglienti.

Rifugio Vallandro in inverno

Il grande altopiano di Prato Piazza, dove si trova il rifugio, offre uno degli scenari più suggestivi delle Dolomiti: è un enorme alpeggio esposto al sole, circondato da cime di impareggiabile bellezza.

In estate e in inverno, Prato Piazza può essere raggiunto da più versanti, elencati di seguito.

Come arrivare a Prato Piazza in inverno?

I principali punti di accesso per raggiungere Prato Piazza sono tre:

  • dalla Val Pusteria – Val di Braies, con strada percorribile in auto o navetta, soggetta a limitazioni al traffico;
  • dalla Val di Landro, a piedi
  • dalla zona del Passo Cimabanche, da Carbonin, a piedi.

L’escursione descritta in questa pagina inizia proprio da qui: ecco come arrivare al Rifugio Vallandro e a Prato Piazza da Carbonin. La località si incontra lungo la strada statale 51 che collega Cortina d’Ampezzo a Dobbiaco.

Rifugio Vallandro e Prato Piazza da Carbonin

La salita al Rifugio Vallandro da Carbonin è un’escursione piacevole e non troppo faticosa: il dislivello di circa 500 metri si supera camminando sulla strada forestale lunga circa 7 km.

Solitamente, in inverno, la traccia è battuta e frequentata dal passaggio di scialpinisti e ciaspolatori: per questo, potrebbero non essere necessarie le ciaspole (che consigliamo comunque di avere sempre con sé, insieme al corretto equipaggiamento invernale).

Il percorso da seguire è il sentiero CAI numero 37 e ricalca la vecchia strada militare costruita dai soldati ai tempi della prima guerra mondiale. Piuttosto larga, la traccia sale con dolce pendenza da Carbonin (a quota 1450 metri) fino al Rifugio Vallandro (a 2040 metri di altitudine), collocato proprio di fronte ai ruderi del Forte di Vallandro.

Questo itinerario risale quella che nelle mappe escursionistiche è indicata come la Val di Specie (Seelandtal, in tedesco).

La prima parte dell’escursione si svolge in un bel bosco di conifere, in cui la strada disegna alcuni tornanti. Poi, via via la vista si apre regalando scorci magnifici sul gruppo del Cristallo, sui Cadini di Misurina e sulla Croda Rossa d’Ampezzo.

Nell’ultimo tratto il panorama si apre completamente: superato il bosco, si cammina risalendo il bianco alpeggio innevato che conduce fino al Rifugio Vallandro e al forte che porta lo stesso nome.

Il Rifugio Vallandro appare come una confortevole baita interamente rivestita in legno. Uno chalet inserito in un paesaggio da fiaba, in cui sostare per rifocillarsi al caldo della stube o in terrazza, al sole.

Può essere la meta di questo itinerario, oppure un punto di appoggio per chi desidera poi proseguire l’escursione sulla neve.

Dal Rifugio Vallandro a Prato Piazza

Volendo, è possibile allungare l’escursione verso Prato Piazza, incamminandosi nei pressi del forte.

Si prosegue lungo la strada battuta e pressoché pianeggiante che attraversa l’altopiano assolato fino a raggiungere il Rifugio Prato Piazza (un’idea che piacerà anche alle famiglie con bambini, che possono divertirsi scivolando con lo slittino o semplicemente giocando sulla neve).

Dal Rifugio Vallandro al Monte Specie

Per rendere più interessante questa escursione, i più allenati possono guadagnare la cima del Monte Specie (Strudelkopf) dal Rifugio Vallandro. In questo modo si aggiungono circa 300 metri di dislivello, seguendo la traccia nella neve che ricalca grossomodo il sentiero estivo numero 34.

Spostandosi verso nord-est dal rifugio si raggiunge infatti la croce di vetta, a 2307 metri di altitudine.

Tre Cime di Lavaredo dal Monte Specie
Tre Cime di Lavaredo dal Monte Specie

Il panorama dalla vetta del Monte Specie è favoloso. La vista spazia a 360°, regala una visione emozionante sulle Tre Cime di Lavaredo e abbraccia numerosissime cime dolomitiche. Un pannello installato dalla Fondazione Dolomiti Unesco illustra tutti i nomi delle montagne che si scorgono da quassù.

Il ritorno al Rifugio Vallandro avviene lungo la stessa traccia utilizzata per la salita.

Ritorno a Carbonin dal Rifugio Vallandro

Per scendere dal Rifugio Vallandro a Carbonin si segue a ritroso lo stesso percorso dell’andata, quindi la discesa si svolge lungo la strada forestale (sentiero 37).

Rifugio Vallandro da Carbonin: informazioni pratiche

Partenza: Parcheggio Carbonin (altitudine: 1450 metri slm)
Arrivo: Rifugio Vallandro (altitudine: 2040 metri slm)
Dislivello: +590 metri (proseguendo fino alla cima del Monte Specie – 2307 metri slm – il dislivello totale è di +857 metri)
Durata: circa 2 ore all’andata, fino al Rifugio Vallandro
Punti di appoggio: Rifugio Vallandro, aperto in estate e in inverno
Mappa escursionistica Tabacco di riferimento: Dolomiti di Braies, numero 31

Iscriviti alla newsletter per ricevere ogni mese consigli e novità dalle Dolomiti!