×

La primavera è un momento meraviglioso per vivere la montagna. Soprattutto quella a quote più basse, dove lo spettacolo delle fioriture spontanee è davvero imperdibile. Se oltre i 2000 metri slm c’è ancora la neve, ad altitudini inferiori i prati si dipingono di una tavolozza di colori incredibili. Nel Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi le fioriture primaverili regalano un paesaggio meraviglioso.



Dove ammirare le fioriture primaverili nel Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi?

Vi consigliamo una passeggiata facilissima tra il monte Avena e malga Campon, nella zona del Passo Croce d’Aune. Siamo nel feltrino, nel territorio che si estende dal comune di Pedavena a quello di Fonzaso.

Quella che vi proponiamo è un’escursione davvero adatta a tutti, che regalerà l’emozione di assistere a uno spettacolo naturale unico.

Il periodo migliore per ammirare le fioriture primaverili corrisponde solitamente alla seconda metà di aprile ma ovviamente può variare di qualche settimana a seconda delle annate, che possono essere più o meno fredde, più o meno nevose.

In questo periodo, distese infinite di crocus bianchi e lilla colorano i prati del Monte Avena.

La passeggiata sul Monte Avena verso Malga Campon

Si parte da Malga Casere dei Boschi, raggiungibile in auto percorrendo la strada che sale da Pedavena verso il Passo Croce d’Aune. Una volta arrivati in cima al passo si continua sulla sinistra, seguendo le indicazioni per il Monte Avena, fino ad arrivare alla Malga (1253 metri slm).

Qui troverete un ampio parcheggio dove lasciare l’auto.

Volendo si può proseguire ancora in macchina, ma vi consigliamo di optare per una bella camminata, tranquilla e pianeggiante, per apprezzare al meglio la natura che vi circonda.

Dalla Malga Casere dei Boschi si procede passeggiando lungo la comoda strada asfaltata che ci porta fino a Malga Campet, dove si apre un vasto pianoro affacciato sulle Vette Feltrine. In alternativa è possibile seguire il sentiero che ricalca il percorso della pista da sci nordico, risalendo il pendio erboso fino a raggiungere Malga Campet.

Poco distante c’è anche il punto di partenza del volo libero in parapendio: sono moltissimi gli appassionati che salgono quassù per praticare questo sport. Una curiosità: proprio qui, sul Monte Avena, si sono svolti i campionati mondiali di parapendio 2017.

Da qui, la passeggiata continua su una comoda strada sterrata – anch’essa pianeggiante – che ci conduce fino a Malga Campon (1497 metri slm), un agriturismo con una splendida posizione panoramica.

Ancora pochi passi e arriviamo alla Croce d’Avena: un terrazzo che sporge sull’abitato di Fonzaso.

La fioritura dei crocus sul Monte Avena


L’escursione è molto semplice e può essere percorsa da tutti, senza alcuna difficoltà.