fbpx

È iniziata la nuova stagione di “D’inverno a tavola”, l’ormai storica – siamo alla 27esima edizione – rassegna enogastronomica dedicata alle tradizioni culinarie del Bellunese.

Sono nove i ristoranti protagonisti della manifestazione: La Baita (Livinallongo), Chalet Pino Solitario (Vigo di Cadore), L’Oasi (Limana), La Gioi (Lasen di Feltre), Antica Locanda Cappello (Mel), Baita a l’Arte (San Gregorio nelle Alpi), La Taverna (Belluno), Cianzia (Borca di Cadore) e La Ziria (Santo Stefano di Cadore), coordinati dall’Ascom di Belluno.

Ogni locale organizzerà una serata di degustazioni, proponendo sia ricette tipiche, sia piatti pensati appositamente per l’occasione. Il tema scelto per questa edizione è “la trota del Piave”, così da dare risalto a uno dei prodotti più prelibati del territorio.

Lo scopo di “D’inverno a tavola” è  proprio valorizzare quanto di buono offre il bellunese puntando i riflettori, di anno in anno, su un ingrediente diverso che ha il ruolo di protagonista nei menu.

Si inizia già il prossimo venerdì con il primo appuntamento al ristorante Alla Baita – accogliente locale gestito con passione dalla famiglia De Cassan – che si incontra lungo la strada che sale al passo Falzarego. E poi, sempre di venerdì, le tappe nelle altre otto insegne, in un viaggio goloso dalle Dolomiti alla Valbelluna.

D’Inverno a Tavola 2016/17: il calendario

20 gennaio Alla Baita (Livinallongo); 27 gennaio chalet Pino Solitario (Vigo di Cadore); 3 Oasi (Limana); 10 febbraio La Gioi (Lasen di Feltre); 17 febbraio Antica Locanda Cappello (Mel); 24 febbraio Baita a l’Arte (San Gregorio nelle Alpi); 3 marzo La Taverna (Belluno); 10 marzo Cianzia (Borca di Cadore); 17 marzo La Ziria del Monaco Sport Hotel (Santo Stefano di Cadore).

Il costo delle cene sarà di 40 euro, incluso l’abbinamento con i vini.

Le curiosità

Durante le cene si giocherà a “Chef per un piatto”, una allegra sfida tra i commensali chiamati a indovinare gli ingredienti di una delle pietanze. Il più bravo vincerà una romantica cena per due persone.

La rassegna, ideata dal gastronomo padovano Tino Parrasia, da qualche anno è curata da Confcommercio Belluno.

Perché ci piace la rassegna gastronomica D’Inverno a Tavola: La manifestazione offre l’opportunità di scoprire alcune delle insegne più interessanti per gli amanti della gustosa cucina di montagna. Gli chef conoscono bene i prodotti della loro terra e sanno come valorizzarli al meglio in ricette antiche e nuove.

Foto di Adriano Barioli