La Val di Fassa ha deciso di sospendere gli eventi serali in programma fino al 6 luglio. In segno di rispetto per vittime, feriti e dispersi, sono annullati per tre giorni attività ed eventi sul territorio da Comun general in accordo con Apt di Fassa,  Comuni e Comitati manifestazioni. 

Nel rispetto delle vittime del disastro della Marmolada (7 persone decedute, oltre ai feriti e ai 13 dispersi, di cui sono tuttora in corso le ricerche), in seguito al crollo di parte del ghiacciaio della Marmolada avvenuto alle 13.40 di domenica 3 luglio, in Val di Fassa sono sospesi tutti gli eventi serali in programma fino al 6 luglio. 

Giuseppe Detomas, procurador del Comun general de Fascia, in accordo con i vertici dell’Azienda per il Turismo della Val di Fassa, i sindaci dei Comuni di tutta la valle, i referenti dei Comitati manifestazioni dei singoli paesi, le associazioni e i volontari che si occupano delle attività culturali e d’intrattenimento quotidianamente proposti agli ospiti durante la stagione estiva, hanno deciso di annullare, in seguito al grave lutto, ogni evento serale pianificato dal 4 al 6 luglio. 

«La tragicità dell’accaduto – spiega il procurador Giuseppe Detomas ha scosso tutta la Val di Fassa e induce, anche, un momento di riflessione e cordoglio nei confronti di tutti coloro che sono stati coinvolti. Anche noi che abbiamo a cuore l’ospitalità, dobbiamo avere sempre ben presenti la comprensione, la solidarietà e anche l’amicizia verso chi soggiorna in Fassa. Questo, per noi, è un memento di condivisione della sofferenza e della solidarietà umana nei confronti dei familiari delle persone decedute, dei dispersi e di chi è ricoverato in ospedale. L’iniziativa di sospendere gli eventi è assolutamente condivisa da tutta la popolazione della valle che si stringe a quanti sono stati colpiti dal crollo di parte del ghiacciaio».  

Ospitalità ai parenti delle persone coinvolte

L’Apt Val di Fassa, inoltre, ha preso in carico il coordinamento per alloggiare, negli hotel e negli appartamenti dove c’è disponibilità, i parenti delle vittime e dei dispersi che in queste ore stanno raggiungendo la valle.

La popolazione fassana da sempre attenta e solidale, in questo caso particolare gli operatori turistici, stanno mettendo a disposizione la loro ospitalità (a titolo gratuito o a prezzo agevolato), per quanti sono stati coinvolti nell’evento naturale.

Le persone interessate possono, quindi, scrivere una e-mail all’indirizzo [email protected] oppure telefonare al numero  0462 609660. 

Ulteriori informazioni: www.fassa.com

Foto di copertina: Archivio fotografico Apt Val di Fassa