fbpx

Nel giro di poche settimane potranno iniziare i lavori sulla strada provinciale della Valle del Mis (S.P. 2). La strada è chiusa dallo scorso dicembre quando, in seguito al forte maltempo, il torrente Mis ha eroso buona parte delle sponde e trascinato via parte della carreggiata.

Oltre 1 milione di euro dalla Provincia di Belluno per far partire i lavori

La Provincia di Belluno ha finanziato le risorse necessarie a far partire i lavori e il presidente Padrin ha firmato questa mattina l’atto che dà il via alle due somme urgenze, per un totale di 1.016.000 euro.

«La Provincia si è attivata fin da subito con Veneto Strade per avviare la progettazione d’intervento. Ora possiamo far partire l’operazione» spiega il consigliere provinciale delegato alle infrastrutture, Fabio Luchetta, che ieri pomeriggio è stato in sopralluogo sulla Sp 2 insieme a Nino Deon (assessore alla viabilità dell’Unione Montana Agordina).

I lavori affidati a Veneto Strade

Le somme urgenze firmate questa mattina dal presidente Padrin prevedono due interventi sulla strada della Valle del Mis. Uno al km 23+420 per il consolidamento del corpo stradale a seguito del cedimento del muro di sostegno a valle della strada (per 366mila euro); e uno tra le progressive km 17+500 e km 18+500 per il ripristino del piano viabile causa cedimento del muro di sostegno e del corpo stradale (per 650mila euro).

I lavori saranno affidati a Veneto Strade, gestore della rete viaria provinciale. E dovrebbero durare circa un mese. «Il ripristino della strada è il primo passo – conclude il consigliere delegato Luchetta -. Il sopralluogo ha mostrato che la caduta di sassi, soprattutto nelle gallerie, è un fenomeno che non potrà essere trascurato da Veneto Strade».

Il sindaco di Gosaldo: “Strada per noi fondamentale”

Soddisfatto il sindaco di Gosaldo, Stefano Da Zanche: «Bene che partano i lavori lungo la Sp 2: per noi è una strada fondamentale. Lo abbiamo visto una volta di più durante la calamità del dicembre scorso, quando siamo rimasti bloccati. Grazie quindi alla Provincia».

«Questo intervento è molto importante per una valle che ha subito danni ingenti sia da Vaia sia dagli ultimi eventi meteo – il commento di Nino Deon, dopo il sopralluogo -. La vicinanza dimostrata dall’ente Provincia, nonostante tutte le difficoltà economiche e di personale, è fondamentale.

La Sp 2 oggi è una strada che non ha molto traffico, ma è funzionale a Gosaldo e Rivamonte, anche come “sfogo” dell’Agordino in caso di problemi sulla Sr 203.

«Certo però servirebbero risorse diverse, per permettere alla Provincia e agli enti locali di programmare in funzione del vivere in montagna, che – va da sé – non può essere tarato sugli stessi numeri della pianura».