fbpx
×

Un evento da non perdere in Alta Badia. Si tratta dello spettacolo su ghiaccio in programma giovedì 23 gennaio 2020 presso il Lago Sompunt, a Badia, che avrà per protagoniste le leggende ladine.

Si tratta di una novità. Per la prima volta, infatti, la magica cornice del piccolo laghetto Sompunt ospita una manifestazione di questo tipo, organizzata in collaborazione con l’Ice Club Alta Badia.

Il Lago Sompunt in inverno

In inverno, il lago Sompunt (Lech Sompunt, in ladino) si ghiaccia e diventa una suggestiva pista di pattinaggio circondata dalla natura, nel bosco. Infatti, è possibile pattinare e giocare a curling.

Lo spettacolo sul ghiaccio dedicato ai Monti Pallidi (e la fiaccolata)

Giovedì 23 gennaio 2020, alle ore 17.30, i giovani pattinatori della Val Badia proporranno un’esibizione legata a questa leggenda ladina, che verrà anche raccontata da due narratrici in quest’occasione.

Lo spettacolo che verrà rappresentato sul ghiaccio si intitola in ladino “I crëps stlauris”, che in italiano significa “i monti pallidi”.

Il progetto è stato curato dalla regista di teatro Erika Castlunger, che ha adattato il racconto della leggenda ad una rappresentazione su ghiaccio.

L’esibizione assieme all’Ice Club Alta Badia presso il lago Sompunt inizia alle ore 17:30 e sarà aperta a tutti.

Ad aggiungere ancora un pizzico di magia a questo evento, segnaliamo la possibilità di partecipare alla fiaccolata a piedi con partenza dal paese di La Villa fino al lago Sompunt, per raggiungere il laghetto prima dell’inizio dello spettacolo.

La fiaccolata partirà dall’ufficio turistico di La Villa alle ore 16:45 e per partecipare sarà necessaria la prenotazione presso uno degli uffici turistici.

Una volta terminato lo spettacolo i partecipanti della fiaccolata hanno la possibilità di tornare a piedi accompagnati alla guida fino al paese di La Villa.

La leggenda dei Monti Pallidi

Questa leggenda narra di un principe infelice, che trovò la sua felicità sulla luna innamorandosi della figlia della regina della luna. Lui tornò assieme alla principessa sulla terra, ma quest’ultima purtroppo a causa dell’oscurità diventò infelice e ritornò infine sulla luna. Con l’aiuto dei “salvans” il principe rivestì le montagne del suo regno di luce lunare, così che anche la principessa potesse vivere felice sulla terra assieme a lui. Queste montagne rivestite di luce lunare e di un colore bianco furono chiamate i monti pallidi, che esistono ancora al girono d’oggi e che si chiamano Dolomiti.

Foto: Alta Badia/Freddy Planinschek

error: Content is protected !!