fbpx

Oggi, giovedì 4 marzo 2021, il Soccorso Alpino è intervenuto per prestare soccorso a una giovane scialpinista caduta da un salto di roccia mentre risaliva il Cimon di Palantina (Tambre, Alpago). Al momento dell’incidente si trovava con un’amica.

A dare l’allarme, verso le 10.50, uno sciatore che da sotto aveva assistito all’incidente. Arrivata prima dell’imbuto che costituisce un passaggio obbligato della salita, dalla ricostruzione la ragazza – F.L., 25 anni, di Val di Zoldo (BL) – durante un’inversione con gli sci aveva perso aderenza sulla neve, scivolando per un centinaio di metri senza riuscire a fermarsi e precipitando dalla cima di una paretina.

Giunto nelle vicinanze, l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha sbarcato in hovering tecnico di elisoccorso, medico ed infermiera, che hanno subito prestato le prime cure urgenti alla ragazza, a seguito del probabile politrauma riportato.

Una volta imbarellata, l’infortunata è stata trasportata, anche grazie al supporto di alcuni sciatori sul posto, fino all’eliambulanza, atterrata a una cinquantina di metri di distanza e decollata in direzione dell’ospedale di Treviso. Le sue condizioni, a quanto si apprende dal Soccorso Alpino, sono gravi.