×

A Sottoguda ritorna “Il Sabato del Villaggio” (“Sabeda ite vila”, in dialetto), l’iniziativa che anima il paese con l’allegro mercato contadino, dove trovare tanti prodotti tipici della terra (e non solo) presentati direttamente dai produttori.

Gli appuntamenti per questa estate sono due: sabato 25 luglio 2020 e sabato 29 agosto 2020, a partire dalle 10.00 del mattino.

Il mercatino si svolgerà lungo la via principale del paese. Si consiglia di parcheggiare in località Pian, alle porte di Sottoguda (parcheggi ben segnalati in loco)

Il mercatino è organizzato dall’Associazione Borgo di Sottoguda.

Per informazioni: Pagina Facebook dell’Associazione – e-mail [email protected]

La manifestazione è realizzata nel rispetto delle normative per il contenimento della diffusione del COVID-19: si ricorda di utilizzare la mascherina.

Sottoguda, uno dei Borghi più belli d’Italia ai piedi della Marmolada

Sottoguda, frazione di Rocca Pietore arroccata ai piedi della Marmolada, è uno dei Borghi più belli d’Italia e può vantare la bandiera arancione del Touring Club.

Vale sempre la pena di visitare Sottoguda e l’antico borgo di Palue, due pittoreschi villaggi alpini mantenuti con grande cura dagli abitanti del posto.

Sembrerà di fare un salto indietro nel tempo, passeggiando in questi borghi incantati con scorci meravigliosi sulle montagne, tra splendidi balconi fioriti e bellissimi tabièi, i tipici fienili in legno diffusi nell’area dolomitica di cultura ladina, usati dai contadini per il deposito del fieno e il ricovero del bestiame e degli attrezzi agricoli.

Oltre alla passeggiata nel borgo, vi consigliamo la facile escursione nella faggeta secolare di Sottoguda, percorrendo il nuovo sentiero tematico realizzato dall’Associazione Borgo di Sottoguda.

L’idea del “Sabato del Villaggio”: far scoprire piccole realtà agricole e i loro prodotti

Sabato è solitamente la giornata dedicata a tutte quelle attività che normalmente si fanno quando non si lavora, come la pulizia della casa e del giardino, la cura dell’orto e lo sfalcio dell’erba…

Il sabato è anche un giorno di incontro, in cui le persone della comunità si ritrovano, chiacchierano, si confrontano.

I protagonisti: i prodotti della terra

Ecco l’obiettivo del Sabato del Villaggio a Sottoguda: far scoprire piccole realtà agricole e riflettere sul valore dei loro prodotti.

Infatti, solo sentendo raccontare dal produttore la storia della propria azienda si possono conoscere i valori che animano il lavoro quotidiano e il modo in cui nascono i suoi prodotti. Assaggiandoli, si apprezza l’impegno del contadino che, dopo essersi alzato all’alba, lavora nei campi tutta la giornata per produrre ciò che normalmente troviamo in tavola.

La presenza di vari espositori provenienti anche dalle regioni limitrofe (solitamente, al Sabato del Villaggio sono invitati a partecipare contadini e produttori dal Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino), consente di confrontare sapori e tradizioni.

Costumi ladini e prodotti agricoli

Durante le due giornate sono previsti momenti di approfondimento sulla cultura ladina: per conoscere un po’ di storia locale, con particolare attenzione ai costumi tradizionali ladini e come sono cambiati fino ad oggi.

Ascoltare i produttori sarà anche l’occasione per avere informazioni sui prodotti alimentari naturali e sull’importanza di nutrirsi con cibo di qualità, ‘dall’orto alla tavola’.

Il motto del sabato del villaggio è: tornare alla natura, proteggerla e curarla, proprio come si faceva una volta.

Cosa vedere a Sottoguda durante il Sabato del Villaggio

Il Sabato del Villaggio è anche un’occasione per scoprire l’antico borgo di Sottoguda e le frazioni limitrofe. Ecco il percorso consigliato.

PALUE e gli antichi fienili

Dopo aver parcheggiato in località Pian, potete visitare il piccolo borgo di Palue con i suoi fienili e case risalenti al 1600, con scorci suggestivi sul Sasso Bianco.

PIAN e le botteghe artigiane

Dopo aver completato la visita di Palue, potete salire a piedi verso Sottoguda attraversando l’abitato di Pian dove vi aspettano le botteghe dell’artigianato locale del ferro battuto e della lavorazione del legno e il negozio di prodotti tipici.

SOTTOGUDA, il mercato contadino tra storia e folklore locale

Curiosando tra un negozio e l’altro, si arriva presto a Sottoguda e all’inizio del mercato contadino dove potrete trovare prodotti tipici della montagna, regionali ma anche del triveneto.

All’interno del mercato troverete anche la birra ‘Staguda, Val del Ner’, una vera chicca che dovete assolutamente provare!

Potrete quindi assaggiare, confrontare e riflettere sui vari prodotti mentre passeggerete piano piano fra le vie del paese.

Inoltre, in diversi momenti della giornata, alcuni stand spiegheranno i loro prodotti mentre altri vi daranno informazioni sulla cultura e sulla storia locale, con particolare attenzione ai costumi ladini.

Ma non è finita qua: dopo il ponte di legno, troverete una piccola mostra di attrezzi d’epoca, che i contadini utilizzavano per lavorare la terra dal 1800 ad oggi.

VIA DELLA MEDITAZIONE, il nuovo sentiero nella faggeta secolare

Un’altra idea per la giornata è percorrere ‘La via della meditazione’: il nuovo sentiero tematico creato dall’Associazione Borgo di Sottoguda attraverso la faggeta più alta d’Europa.

Infine, un po’ di riposo è d’obbligo e per farlo potrete gustare l’aperitivo del contadino presso il Bar Garnì ai serrai, oppure gustare il piatto del contadino dell Alpen hotel la montanara o ancora provare la pizza del contadino presso la pizzeria tirolese.

Per informazioni, ecco la Pagina Facebook dell’Associazione Borgo di Sottoguda e l’indirizzo e-mail di riferimento [email protected]

error: Content is protected !!