Dopo la decisione della Società Saslong, che ha comunicato su Facebook la volontà di non aprire gli impianti per la stagione invernale 2020 – 2021, immediata è stata la reazione del Consorzio Esercenti Impianti a fune Val Gardena – Alpe di Siusi, che raggruppa tutti gli impiantisti della vallata dolomitica.

Il messaggio è chiaro: la Val Gardena si sta preparando all’apertura delle piste e a questo stanno lavorando le 40 società che gestiscono tutti gli altri impianti a fune dell’area sciistica Val Gardena – Alpe di Siusi. Quella di Saslong risulta essere quindi una voce fuori dal coro.

Di seguito riportiamo il comunicato diffuso dal Consorzio Esercenti Impianti a fune Val Gardena – Alpe di Siusi.

La reazione del Consorzio Esercenti Impianti a Fune Val Gardena – Alpe di Siusi alla decisione della Società Saslong

Il Consorzio Esercenti Impianti a fune Val Gardena – Alpe di Siusi ha appreso della decisione unilaterale della Società Saslong di non voler aprire gli impianti di risalita durante la stagione invernale 2020/21.

Pur prendendo atto delle legittime motivazioni che stanno alla base di tale decisione, il Consorzio desidera sottolineare che si tratta della decisione di un consorziato rispetto ad una totalità di 41 impiantisti che gestiscono gli impianti a fune dell’area sciistica Val Gardena – Alpe di Siusi.

La Val Gardena sta lavorando per l’apertura della stagione invernale

Tutti i restanti impiantisti dell’area sciistica e le centinaia di collaboratori si stanno adoperando con grande impegno per consentire l’apertura degli impianti non appena le condizioni lo consentiranno. 

Proprio perché la salute pubblica rappresenta una assoluta priorità per noi, abbiamo operato un grande sforzo nei mesi scorsi, assieme a tutti gli altri interlocutori del comparto turistico, per costruire un sistema di regole che consentissero la pratica dello sci nella maniera più sicura possibile, durante questa stagione invernale.

Abbiamo inoltre preso atto e contribuito ad implementare con senso di assoluta responsabilità, anche tutte le decisioni che sono state prese dalle autorità politiche e sanitarie con riguardo alle chiusure. 

Nei prossimi giorni, colloqui tra Consorzio e Società Saslong

Nei prossimi giorni si svolgeranno comunque ulteriori colloqui con i rappresentanti della Società Saslong per verificare insieme di trovare una soluzione condivisa che consenta a tutti gli impianti di risalita dell’area sciistica Val Gardena – Alpe di Siusi di poter andare in esercizio con l’inizio della stagione invernale 2020-21.