fbpx

La Haute Route ritorna sulle Dolomiti per un intero weekend di eventi dedicati al ciclismo e ai suoi tanti appassionati.

È Cortina d’Ampezzo il quartier generale di Haute Route Dolomites in programma da venerdì 7 giugno a domenica 9 giugno 2019.

La regina delle Dolomiti sarà infatti la località di partenza per le 3 tappe della grande manifestazione sportiva internazionale organizzata da Oc Sport, realtà che propone brevi corse ciclistiche a tappe in tutto il mondo.

Nelle gare di Haute Route, della durata di 3 o 7 giorni, il momento agonistico è strettamente legato al piacere di pedalare in luoghi caratterizzati da un ambiente di eccellenza.

Haute Route Dolomites in cifre

La Haute Route Dolomites 2019 si svolge in tre giorni: a ciascuna giornata corrisponde una tappa lungo un tracciato diverso. Di seguito trovate il programma completo delle tappe di venerdì, sabato e domenica.

I ciclisti sono chiamati a misurarsi con un tracciato complessivo di 213 km e 8230 m di dislivello positivo, affrontando le salite più spettacolari delle Dolomiti: dal Passo Giau al Pordoi, dal Falzarego alla strada panoramica delle Tre Cime di Lavaredo.

A differenza di altre gare ciclistiche, i passi dolomitici interessati dalla manifestazione non verranno chiusi al traffico delle auto. Sono previste solamente chiusure temporanee al passaggio dei corridori, con attese di circa 30 minuti.

I partecipanti possono scegliere se optare per il percorso “original” (lungo il tracciato completo, e quindi più impegnativo) o quello “compact”, ovvero lungo un tracciato ridotto e quindi più accessibile ai meno allenati. 

Sono attesi oltre 400 partecipanti (età media: 44 anni) provenienti da ben 31 nazioni diverse: i paesi più rappresentati sono Gran Bretagna, Brasile e Francia.

I concorrenti si dividono esattamente a metà: 50% di loro ha già partecipato in passato alla Haute Route Dolomites, mentre il restante 50% si misurerà per la prima volta con questa emozionante corsa ciclistica.


Haute Route Dolomites 2019: il programma del weekend

Venerdì 7 giugno 2019: Cortina – Passo Valparola

La prima tappa, venerdì 7 giugno 2019, è Cortina – Passo Valparola. Per il tracciato original, da Cortina d’Ampezzo si sale al Passo Falzarego, poi al Pordoi, Sella, Gardena e infine Valparola. I km da affrontare sono 97, con 3320 metri di dislivello.

La versione “compact” invece prevede Cortina, Falzarego, Campolongo e Valparola, per un totale di 67 km e 2270 metri di dislivello.

Sabato 8 giugno 2019: Cortina – Tre Cime di Lavaredo

La seconda tappa, sabato 8 giugno 2019, è la Cortina – Tre Cime di Lavaredo: il percorso di 95 chilometri e 3370 metri di dislivello prevede le ascese al passo Falzarego, passo Giau e Tre Cime di Lavaredo.

Il “compact” si muove lungo un percorso accorciato: in totale, 46 chilometri e 2060 metri di dislivello, distribuiti tra le salite del passo Falzarego e del passo Giau (senza Tre Cime di Lavaredo, quindi).

Domenica 9 giugno 2019: Cortina – Passo Giau

Domenica 9 giugno è in programma una entusiasmante cronoscalata da Cortina al Passo Giau: 17 km intensi, con 1160 metri di dislivello. Per i ciclisti (della original e della compact) sarà una sfida contro il tempo lungo i tornanti del passo dolomitico.

Per saperne di più su Haute Route

Haute Route è un evento sportivo a carattere internazionale, pensato per far vivere a ciclisti amatoriali un’esperienza agonistica di alto livello.

L’organizzazione è infatti di assoluta eccellenza e “ride like a pro” – “pedala come un professionista” è il motto che accompagna gli eventi Haute Route. Inoltre, la gara si svolge in un contesto paesaggistico unico, come quello delle Dolomiti patrimonio dell’umanità Unesco.

«I concorrenti potranno coniugare l’agonismo con il piacere di scoprire ambienti di grandissima suggestione» spiega Davide Marchegiano, responsabile del tracciato e direttore di gara. «Grazie alla collaborazione con l’amministrazione comunale e con le diverse realtà economiche ed associative di Cortina, oltre che con il comune di Auronzo per quanto riguarda l’arrivo alle Tre Cime, gli altri comuni bellunesi di Livinallongo, Colle Santa Lucia e Selva di Cadore, le province autonome di Bolzano e di Trento e le forze dell’ordine, potremo offrire il massimo dell’ospitalità e dell’assistenza, nello stile Haute Route.

Da sottolineare, come per tutti gli eventi italiani, la sinergia con Acsi (associazione centri sportivi italiani ndr) e il fatto che questa manifestazione è una ciclosportiva che permette di avere una ottimale gestione del percorso sia per quanto riguarda gli atleti sia relativamente al traffico: la classifica di tappa sarà infatti determinata dalla somma dei tempi ottenuta nei tratti cronometrati e i diversi valichi sui quali transiteremo non saranno chiusi».

Haute Route Dolomites è il primo dei due eventi italiani previsti nel 2019: dal 20 al 22 settembre 2019, infatti, si terrà la Haute Route Stelvio,con base a Bormio.

Nel circuito rientrano eventi organizzati in tutto il mondo: nel 2019, Haute Route si svolge in Oman, Asheville (Stati Uniti), Dolomiti (Italia), Alpe d’Huez (Francia), Norway, Pyrenées (Francia), Alps (Francia), Stelvio (Italia); San Francisco (Stati Uniti), Ventoux (Francia), Messico e Qingcheng (Cina).

A Cortina anche il Summit di Haute Route

E proprio gli organizzatori di tutto il mondo si ritroveranno a Cortina d’Ampezzo questo weekend per il Summit di Haute Route. A Cortina si svolgerà infatti l’annuale summit dei responsabili di tutti gli eventi Haute Route, unendo idealmente le Dolomiti a tutte le altre località e facendo conoscere il territorio a rappresentanti e organizzatori dei diversi paesi.

Per informazioni: hauteroute.org