La 44° edizione della Granfondo Dobbiaco – Cortina si svolgerà regolarmente nel weekend del 23 e 24 gennaio 2021.

Tutto confermato, dunque, per la storica competizione di sci nordico, che si terrà a porte chiuse, cioè senza la presenza di pubblico, per evitare assembramenti, così come previsto dalle regole in vigore per contrastare la diffusione del Coronavirus.

La Granfondo ha ottenuto il sì definitivo dalle autorità preposte: si tratta di una gara di rilevanza internazionale FIS e Fisi, inserita nel circuito Nordic Ski.

L’edizione 2021 sicuramente diversa rispetto al passato, ma questo spettacolare evento sportivo non mancherà di regalare emozioni agli appassionati di sci nordico che potranno seguirlo in tutto il mondo grazie alla diretta TV. La gara di sabato 23 gennaio sarà trasmessa interamente in diretta TV su Sky Sport Arena.

A pochi giorni dai Mondiali di Cortina 2021, la Regina delle Dolomiti si prepara dunque ad accogliere al traguardo i campioni dello sci di fondo.

Iscrizioni chiuse per la Granfondo 2021

Le iscrizioni alla Granfondo Dobbiaco Cortina 2021 sono chiuse e quest’anno non sarà più possibile iscriversi in loco.

Per garantire l’applicazione del protocollo di sicurezza Covid-19, infatti, le iscrizioni sono state chiuse anticipatamente al raggiungimento del numero massimo di partecipanti.

Potranno accedere alla gara 600 atleti per la prova in classico e a 450 per quella in skating.

Regole anti-Covid

La gara si svolgerà nel rispetto delle regole contenute nel protocollo anti Covid: tutte le informazioni sono sul sito della Granfondo, nella pagina dedicata “Covid-19 Info”.

I partecipanti dovranno attenersi scrupolosamente alle regole per limitare gli assembramenti e contrastare la diffusione del Coronavirus.

Ad esempio, per gli atleti italiani vige l’obbligo di viaggiare senza familiari nè accompagnatori e di essere tesserati FISI. Gli atleti provenienti dall’estero devono aver rispettato i requisiti governativi per l’ingresso in Italia.

Tutti gli atleti in gara dovranno presentarsi con un tampone negativo (test Covid-19 molecolare o antigene), effettuato nelle 48 ore che precedono la gara.

Per tutti vige l’obbligo di indossare la mascherina sempre, in ogni area della manifestazione. Il comitato organizzatore si riserva il diritto di squalificare gli atleti che gettano a terra mascherine o altri rifiuti.

“È tutto complicato – dice Nathalie Santer che è il direttore di gara – perché le norme anti Covid sono in continua evoluzione e non è facile per noi avere e dare risposte precise e concrete.”

La gara: 42 km in classico, 32 km in tecnica libera

Sabato 23 gennaio 2021 è il giorno della gara di 42 km in classico. La partenza è dall’aeroporto di Dobbiaco, area militare nella quale sta prendendo forma la partenza.

Domenica 24 gennaio 2021, dallo stesso punto partirà la gara 32 km in tecnica libera. Il tracciato è in gran parte lo stesso di sabato, escludendo però il tratto che sale verso San Candido.

Ci sarà il passaggio alla Nordic Arena, simbolo dello sci nordico in Val Pusteria. Poi gli atleti punteranno verso Cortina attraversando scorci che quest’anno sono ancora più affascinanti, viste le abbondanti nevicate.

Si sta allestendo anche la nuova area di arrivo in centro a Cortina, col coordinamento del vice-presidente Igor Gombac.

In caso di neve, il piano B

Le previsioni meteo annunciano la possibilità di moderate nevicate nelle prossime ore. Occorrerà ripassare le piste con i mezzi battipista. Gli organizzatori hanno già preparato un piano B nel caso in cui la neve dovesse creare problemi di stabilità.

In quel caso, il tracciato potrebbe subire una modifica: da Ponte Felizon – anziché seguire la vecchia ferrovia il tracciato sfruttando il sottopasso -virerebbe a destra verso Pian de Loa, costeggiando per un tratto la statale e poi raggiungere Fiames e innestarsi nella pista tradizionale, proseguendo fin nel centro di Cortina.

  • Dobbiaco Cortina 2020
  • Granfondo Dobbiaco Cortina 2021

La Granfondo nel circuito Ski Classics

La Granfondo Dobbiaco – Cortina quest’anno rappresenta la 2° tappa del prestigioso circuito Ski Classics. Ritenuto la Coppa del Mondo lunghe distanze, è onorato dalla presenza di campioni di rango e coperto da dirette televisive in tutto il mondo. Un’occasione non trascurabile per la promozione della Val Pusteria e delle Dolomiti ampezzane.

La prima tappa di Ski Classics si è svolta sabato in Svizzera e, dopo una sfida combattuta e soprattutto con un gran freddo, gli svedesi Oskar Kardin del Team Ragde Eiendom e Jenny Larsson del Team Ramudden hanno conquistato il gradino più alto del podio.

Kardin ha preceduto il compagno di squadra Andreas Nygaard il quale ha superato in volata l’altro atleta del Team Ragde, Petter Eliassen, rispettivamente primo e secondo lo scorso anno a Cortina.

E sabato è atteso anche Tord Asle Gjerdalen del neonato Team XPND Fuel, il norvegese che punta al poker di vittorie da quando la Dobbiaco-Cortina è nel circuito Ski Classics.

Cos’è la Granfondo Dobbiaco Cortina: storica competizione di sci nordico

La storica Granfondo Dobbiaco-Cortina si svolge dal 1977 ed è, dopo la Marcialonga, la seconda Granfondo più grande in Italia.

Ospitando il Tour de Ski nel 2010 sul tracciato da Cortina a Dobbiaco, il percorso ha raggiunto fama internazionale. Dal 2016 la Dobbiaco-Cortina è una tappa del prestigioso circuito internazionale Visma Ski Classics.

La spettacolare gara di sci di fondo lungo l’ex ferrovia delle Dolomiti

Il tracciato tradizionale della 42 km in tecnica classica percorre la vecchia ferrovia delle Dolomiti ed è unico nel suo genere, percorrendo due gallerie illuminate, in mezzo al patrimonio naturale UNESCO. La partenza è all’aeroporto militare di Dobbiaco, dopo un breve tratto verso San Candido si passa vicino allo stadio di fondo Nordic Arena di Dobbiaco e si prosegue per il Lago di Dobbiaco, Cimitero di Guerra Vista Tre Cime – Lago di Landro. Arrivati al Passo Cimabanche, il punto più alto con 1.529 m d’altitudine, il tracciato inizia a scendere leggermente verso Ospitale e Fiames per arrivare in zona autostazione nel centro di Cortina.

Anche per la 44° edizione la gara in tecnica libera parte da Dobbiaco in direzione Cortina d’Ampezzo. La partenza, i punti panoramici, i tunnel e il traguardo sono gli stessi, ma il tracciato presenta caratteristiche tecniche che lo rendono particolarmente adatto alla tecnica libera.

Per informazioni vi invitiamo a consultare il sito ufficiale della Granfondo Dobbiaco Cortina.

Credits foto di copertina: Wisthaler.com