fbpx

Tre escursioni guidate sulle Dolomiti per celebrare l’arrivo dell’autunno e scoprire le meraviglie della montagna insieme agli esperti del territorio: è la proposta della Val di Fassa denominata “Trekking Light”.

Si tratta di 3 uscite in quota da compiere insieme a una duplice e speciale guida: con i partecipanti ci saranno infatti un accompagnatore di media montagna e il geologo Riccardo Tomasoni, del museo Muse di Trento.

Le date da segnare in calendario per queste escursioni guidate in Val di Fassa sono sabato 21 settembre, sabato 28 settembre, sabato 5 ottobre 2019. Di seguito trovate i dettagli.

Le escursioni guidate sono gratuite, ma è obbligatoria la prenotazione (che va fatta presso gli uffici turistici della Val di Fassa entro le ore 18.00 del giorno precedente). Le spese per il pranzo in rifugio e l’utilizzo degli impianti di risalita sono a carico dei partecipanti.

Sabato 21 settembre 2019 – Baita Cuz da Pozza di Fassa

Il primo appuntamento è sabato 21 settembre 2019. Si parte alle ore 10.00 da Pozza di Fassa, da dove si sale con la cabinovia Buffaure per poi raggiungere a piedi Baita Cuz con un’escursione naturalistica e mineralogica. Dopo pranzo è prevista la “Chiacchierata rocciosa” (ore 14.00) con l’accompagnatore di media montagna e il geologo. A seguire, rientro a valle con l’impianto.

Sabato 28 settembre 2019 – Rifugio Sasso Piatto (sull’Alpe di Siusi) da Campitello di Fassa

La seconda escursione guidata si terrà sabato 28 settembre 2019. Il ritrovo è alle ore 9.00 presso la funivia di Campitello, per arrivare poi con un’escursione al Rifugio Sasso Piatto, a 2300 metri di quota, sull’Alpe di Siusi. Qui, dopo pranzo, la “Chiacchierata” con gli esperti. L’escursione mineralogica e naturalistica si svolgerà seguendo il sentiero Friedrich August Weg, e rientro a valle per la Val Duron.

Sabato 5 ottobre 2019 – Rifugio Roda di Vael (sul Catinaccio) da Vigo di Fassa

L’ultima escursione guidata è in programma sabato 5 ottobre 2019. Questa volta, l’appuntamento è alle ore 9.00 a Vigo di Fassa, presso la stazione a valle della funivia Catinaccio. Da lì si sale al Ciampedie e si prosegue lungo il sentiero panoramico “Vial de le Feide” fino a raggiungere la meta della giornata, il Rifugio Roda di Vael sul Catinaccio.

La formula è quella delle due giornate precedenti: dopo il pranzo, va in scena l’ultima chiacchierata con il geologo.

Trekking Light: la formula delle escursioni guidate

«Durante le escursioni – spiega il geologo Tomasoni – c’è modo di osservare montagne e paesaggio “in diretta” apprendendone le caratteristiche, passo dopo passo. Inoltre, una volta raggiunto il rifugio durante la “Chiacchierata rocciosa” gli escursionisti possono rendersi conto da vicino delle peculiarità geologiche del luogo anche attraverso minerali e fossili che porto con me».

Un’esperienza singolare di approfondimento del territorio dolomitico. «La Val di Fassa rappresenta uno dei luoghi migliori per capire le peculiarità delle Dolomiti per la presenza di diverse formazioni rocciose, di minerali, cristalli e fossili che hanno attirato gli scienziati sin dall’Ottocento».

Le soste nei “Rifugi del Gusto” della Val di Fassa

Durante le tre escursioni guidate in quota sono previste altrettante tappe in rifugio: Baita Cuz, il Rifugio Sasso Piatto e il Rifugio Roda di Vael rientrano anche nel progetto “I Rifugi del Gusto”.

L’iniziativa coinvolge 10 rifugi della Val di Fassa, che dal 21 settembre al 6 ottobre 2019 proporranno un goloso menu a tema e una formula fissa: 20 euro per piatto unico e dessert; 13 euro per primo e dolce.

I Rifugi del Gusto sono: Baita Cuz, Fuciade, Marmolada “Castiglioni”, Friedrich August, Sasso Piatto, Micheluzzi, Antermoia, Stella Alpina Spiz Piaz, Roda di Vael, Fronza alle Coronelle.

Per informazioni e dettagli vi invitiamo a visitare il sito ufficiale APT Val di Fassa