×

Con la conferma del regolare svolgimento dei Campionati del Mondo di sci alpino in programma a Cortina dall’8 all’21 febbraio 2021, la Regina delle Dolomiti si troverà ad ospitare il primo grande evento sportivo invernale a livello internazionale post Covid-19.

La FIS (Federazione Internazionale Sci) ha deciso di non accettare la richiesta di rinvio di un anno, presentata di concerto dalla FISI (Federazione Italiana Sport Invernali) e da Fondazione Cortina 2021. Adesso, tutti gli attori coinvolti continueranno con slancio a portare a termine quanto previsto, per presentare al mondo sportivo “un capolavoro”, come lo definisce Alessandro Benetton, Presidente del Comitato Organizzatore di Cortina. 

Cortina d’Ampezzo, da sempre parte del carosello Dolomiti Superki

La zona sciistica di Cortina d’Ampezzo fa parte di Dolomiti Superski – il carosello sciistico più grande del mondo – fin dall’anno della sua fondazione, nel 1974.

Il comprensorio sciistico che riunisce 12 valli delle Dolomiti è tra i partner territoriali della Fondazione Cortina 2021.

Dolomiti Superski vede nei Campionati del Mondo di sci alpino 2021 e nelle Olimpiadi Invernali Milano-Cortina 2026, un palcoscenico per tutto il territorio delle Dolomiti. Un territorio straordinario, che rientra nel Patrimonio Mondiale UNESCO dal 2009, ma che è anche l’ambiente vissuto stabilmente dagli abitanti, che ne curano la salvaguardia e ne traggono benessere a favore di chi ci vive.

“Mondiali e Olimpiadi saranno due occasioni per dare impulsi importanti all’economia e alla società civile montana intera, permettendo di realizzare opere di grande valore, con lungimiranza anche in termini di sostenibilità” – è quanto si legge nel comunicato diffuso da Dolomiti Superski.

“Basti pensare alla nuova cabinovia Son dei Prade-Bai de Dones, che in collega direttamente Pocol all’area sciistica delle Cinque Torri e quindi funge da collegamento con le altre aree centrali di Dolomiti Superski. Questo impianto, a emissioni zero, permetterà di ridurre notevolmente il traffico motorizzato verso Passo Falzarego, valorizzando da un lato l’offerta turistica invernale ed estiva e dando anche un contributo alla riduzione del traffico, del rumore e del CO2 prodotto”.

Lazzari, presidente Dolomiti Superski

“Auspico che la crisi a seguito della pandemia da Covid-19, che già ha costretto gli Organizzatori di Cortina 2021 a rinunciare alla prova generale dei Mondiali, dovendo cancellare le finali di Coppa del Mondo nel marzo 2020, possa rientrare al più presto, permettendo così di ultimare quanto ancora in fase di rifinitura, così da poter vivere tutti insieme, questo grande evento sportivo internazionale nelle Dolomiti, che sono i Campionati del Mondo di Cortina” dichiara Sandro Lazzari, Presidente di Dolomiti Superski.

error: Content is protected !!