×

Dolomiti Superski presenta le novità per la stagione invernale 2020 – 2021: tra nuovi impianti, piste e sistemi di innevamento potenziati.

I gestori degli impianti delle ski area del Dolomiti Superski vogliono dare quindi un segnale forte a tutta la filiera, con la conferma del piano di investimento, nonostante la crisi mondiale legata all’emergenza Covid-19.

È la dimostrazione che noi crediamo fortemente nella possibilità di continuare a fare il nostro lavoro, accettando la sfida dei tempi. Come vertice della filiera turistica ci sentiamo responsabili anche per tutti coloro che vivono e lavorano nell’ambito turistico del nostro territorio”, questo il commento del neopresidente di Dolomiti Superski Andy Varallo in occasione della presentazione delle novità che Dolomiti Superski ha preparato per la stagione invernale 2020 – 2021. Novità che riguardano gli impianti, le piste, i sistemi di innevamento.

Le 130 società funiviarie affiliate a Dolomiti Superski – il carosello sciistico più grande del mondo – hanno confermato anche in questo momento particolare i propri investimenti programmati da tempo, portandone a termine la grandissima parte.

L’intento non è realizzare nuove aree sciistiche, ma ottimizzare le esistenti, migliorarne i collegamenti e curarne i particolari. Come la preparazione quotidiana delle piste, per garantire condizioni perfette a sciatori e snowboarder, senza tralasciare gli investimenti che aumentano la sostenibilità dell’attività.

Sono perciò stati rinnovati o sostituiti 9 impianti di risalita obsoleti. Per l’inverno 2020 – 2021 si potranno inoltre provare piste rimodellate o recuperate da zone prima utilizzate per fini diversi, in ski area già esistenti, e sono stati ottimizzati collegamenti tra zone sciistiche.

Anche quest’anno, sono stati potenziati i sistemi di innevamento programmato, per poter garantire condizioni di sciabilità al 100% e rendere più efficiente la produzione di neve tecnica, fatta con acqua di sorgente, energia idroelettrica e aria compressa.

In totale, il volume degli investimenti per la stagione invernale 2020-2021 è di oltre 100 milioni di euro, di cui circa un quarto per l’innevamento programmato.

Durante l’estate 2020, le 130 società impiantistiche consorziate nel Dolomiti Superski hanno lavorato per ammodernare le strutture esistenti e studiare nuove proposte per le promozioni e le tipologie di skipass.

La massima attenzione è rivolta alla sicurezza, al comfort, e all’efficienza dei servizi proposti ai clienti, puntando come sempre su un’offerta di qualità.

Nonostante la crisi mondiale da Covid-19 e il lungo lockdown durante la primavera, la gran parte degli investimenti già programmati in anticipo, è comunque stata confermata e realizzata.

1. Cortina D’Ampezzo: nuova seggiovia a Ra Valles

La nuova seggiovia ad agganciamento automatico “Pian di Ra Valles – Ra Valles – Bus di Tofana”, sostituisce le omonime seggiovie esistenti.

Il nuovo impianto ha seggiole da 4 posti con cupola di protezione. Lunghezza: 1732 m, dislivello: 539 m, portata oraria: 1.800 p/h.

2. Plan de Corones: nuova cabinovia a Valdaora

Nuova cabinovia ad agganciamento automatico e stazione intermedia “Olang 1 + 2”, impianto di arroccamento sul versante di Valdaora, sostituisce la cabinovia esistente. Cabine da 10 posti, lunghezza: 4.089 m, dislivello: 1.111 m, portata oraria: 3.900 p/h. Progetto di alto design, ideato da architetti già senior partner di Zaha Hadid.

3. Alta Badia: a Corvara, nuova seggiovia sul passo Campolongo

Nuova seggiovia ad agganciamento automatico “Costoratta”, sostituisce l’omonima seggiovia esistente. Seggiole da 8 posti con cupola di protezione, collega Passo Campolongo con il Boé. Lunghezza: 706 m, dislivello: 215 m, portata oraria: 3.400 p/h. L’impianto snellisce notevolmente la Sellaronda in senso antiorario a Passo Campolongo.

4. Alta Badia: a San Cassiano, nuova seggiovia ad agganciamento automatico

Nuova seggiovia ad agganciamento automatico “La Brancia”, sostituisce l’omonima seggiovia esistente. Seggiole da 6 posti, collega la zona Ciampai con il versante occidentale. Lunghezza: 623 m, dislivello: 141 m, portata oraria: 2.800 p/h.

5. Val Gardena: Dantercepies

Realizzazione della nuova pista “Dantercepies” sulla linea della vecchia cabinovia omonima. Lunghezza: 1.110 m, dislivello: 310 m, classificazione: nera.

6. Val di Fassa: tante novità in zona Belvedere

Nuova seggiovia ad agganciamento automatico “Kristiania”, sostituisce l’omonima seggiovia esistente. Seggiole da 6 posti con cupola di protezione. Lunghezza: 1.289 m, dislivello: 315 m, portata oraria: 2.300 p/h. L’impianto snellisce notevolmente la Sellaronda in senso antiorario a Passo Pordoi.

Completamento della revisione della funivia “Pecol – Col dei Rossi” con sostituzione delle cabine.

Nuova stazione di pompaggio e lavori di potenziamento del sistema di innevamento programmato in zona Belvedere.

7. Val di Fassa: Buffaure, nuova pista blu

Nuova diramazione facile di classificazione “Blu” della pista “Buffaure di sotto”, in alternativa alla pista di classificazione “Rosso”.

8. Val di Fassa: a Pozza di Fassa, modifiche alle piste Vajolet 1 e Vajolet 2

Modifica del tratto finale della pista “Vajolet 1” e completamento dell’allargamento della pista “Vajolet 2” nell’area sciistica di Ciampedie.

Rinnovo dell’impianto di innevamento di pertinenza della pista “Vajolet 2”.

9. Val di Fassa: a Carezza, nuovi impianti e migliorie alle piste

Nuova cabinovia ad agganciamento automatico “König Laurin 1 + 2”, sostituisce le omonime seggiovie esistenti, collegando Malga Frommer con il Rifugio Coronelle/Laurin’s Lounge. Lunghezza: 1.807 m, dislivello: 566 m, portata oraria: 2.400 p/h.

Prolungamento della seggiovia esaposto ad agganciamento automatico esistente “Tschein” fino a Moseralm. Nuova lunghezza: 2.131 m, dislivello: 399 m, portata oraria: 1.600 p/h. Smantellamento della sciovia Moseralm Baby esistente.

Migliorie sulle piste “Tschein”, “Rosengarten”, “Paolina” e “Re Laurino”
Ammodernamento e potenziamento dell’impianto di innevamento di pertinenza delle piste “Tschein”, “Rosengarten”, “Paolina” e “Re Laurino”.

10. Arabba: nuovo sistema di sicurezza per bambini e potenziamento innevamento programmato

Installazione del sistema di sicurezza per ritenuta bambini sulla seggiovia ad agganciamento automatico esistente “Burz”.

Realizzazione di un nuovo bacino di raccolta idrica a cielo aperto per innevamento in zona Zoel. Capienza: 40.000 m3

Migliorie e potenziamento degli impianti di innevamento programmato in diverse parti dell’area sciistica di Arabba.

11. Marmolada: riaperta la sciovia a Malga Ciapela

Riapertura della sciovia esistente “Arei 2” in zona Malga Ciapela, rimasta chiusa causa danneggiamenti per valanga nel 2015-16 e costruzione di relativo vallo antivalanghe.

Migliorie del sistema di innevamento programmato e della sala di pompaggio.

12. Tre Cime Dolomiti: nuova cabinovia sul Monte Elmo

Nuova cabinovia ad agganciamento automatico “Helmjet Sexten”, sostituisce la funivia esistente, collegando Sesto con Monte Elmo. Cabine da 10 posti. Lunghezza: 2.205 m, dislivello: 729 m, portata oraria: 2.400 p/h.

13. Tre Cime Dolomiti: a Moso

Nuova sciovia “Bruggerleite” sostituisce l’omonima sciovia esistente. Campo scuola a Moso. Lunghezza: 291 m, dislivello: 82 m, portata oraria: 720 p/h.
Nuova pista “Moos-Sexten” numerata 41c, che collega la pista “Tre Cime” con l’abitato di Moso. Lunghezza: 1.950 m, dislivello: 310 m, classificazione: “Blu”.

14. Val di Fiemme Obereggen: potenziamento innevamento

Sia in Val di Fiemme, sia a Obereggen è stato potenziato e ottimizzato l’impianto di innevamento programmato in varie zone delle due aree sciistiche.

15. San Martino di Castrozza – Passo Rolle

Potenziamento dell’impianto di innevamento in zona Alpe Tognola, in particolare sulla pista “Tognola Uno”, nonché installazione di 8 nuovi generatori di neve.

16. Rio Pusteria Bressanone: migliorie alle piste di rientro e all’innevamento

A Rio Pusteria, migliorie alle piste di rientro di Gitschberg. Inoltre, opere di potenziamento e ottimizzazione dell’impianto di innevamento programmato in tutta l’area sciistica, anche a Plose.

18. Alpe Lusia / San Pellegrino: potenziamento impianto di innevamento

Potenziamento e ottimizzazione dell’impianto di innevamento programmato in varie parti dell’area sciistica. Revisione impianti come da piano di intervento.

19. Civetta: potenziamento impianto di innevamento a Zoldo

Potenziamento dell’impianto di innevamento in zona Val di Zoldo, in particolare sulla pista “Lendina”.

error: Content is protected !!