fbpx

Dolomiti Superski entra a far parte di Ikon Pass, il circuito skipass con sede negli Stati Uniti, rafforzando così le proprie ambizioni di raggiungere una clientela sempre più internazionale. Si tratta della prima (e unica) destinazione sciistica italiana compresa nel circuito.

Dalla stagione invernale 2021 – 2022, dunque, Dolomiti Superski sarà partner di Ikon Pass per l’Italia (così come Kitzbühel lo sarà per l’Austria).

Il carosello sciistico delle Dolomiti rappresenta una delle destinazioni sciistiche più grandi del mondo, con 1.200 km di piste e 450 impianti di risalita distribuiti tra 12 comprensori e 3 province (Bolzano, Belluno e Trento), tra Trentino Alto Adige e Veneto.

Dolomiti Superski: un passo deciso verso la ripartenza (guardando oltreoceano)

La novità che riguarda Dolomiti Superski e Ikon Pass rappresenta un passo deciso verso la ripartenza, dopo la crisi pandemica mondiale e lo stop forzato che ha coinvolto il settore da marzo 2020.

A dare la notizia, un comunicato congiunto di Erik Forsell, Direttore Marketing di Alterra Mountain Company e Andy Varallo, presidente di Dolomiti Superski.

“Già molto prima della pandemia abbiamo iniziato a spingere verso un’internazionalizzazione del nostro pubblico oltre oceano. Dopo aver perso la stagione invernale 2020-21 a causa del Covid-19, Dolomiti Superski ora è pronto ad accettare la sfida. Per questo progetto abbiamo trovato in Ikon Pass un partner ideale, che aprirà la porta verso le Dolomiti ad appassionati di sci e snowboard di tutto il mondo. Per noi una grande chance che cogliamo con entusiasmo” così Andy Varallo, nello spiegare l’operazione internazionale che a partire dal 27 novembre prossimo potrebbe portare sulle Dolomiti sciatori dagli USA, Canada, Giappone, Australia e da numerose altre nazioni di tutto il mondo, che fanno parte del circuito di Ikon Pass.

“L’offerta dei 12 comprensori sciistici di Dolomiti Superski è di altissimo livello e molto nota e apprezzata soprattutto in Europa. Con Ikon Pass contiamo di poterci far conoscere anche nel resto del mondo e siamo sicuri che con il nostro prodotto turistico invernale, in un contesto naturale unico al mondo come quello delle Dolomiti, Patrimonio mondiale UNESCO e impreziosito dal fascino dell’Italian lifestyle, abbiamo grandi possibilità di successo a livello globale nei prossimi anni” così Marco Pappalardo, Direttore Marketing di Dolomiti Superski e in prima linea nel concretizzare questo sodalizio tra una delle più grandi realtà sciistiche in assoluto e uno dei circuiti skipass più gettonati al mondo.

Dal 2021, Dolomiti Superski e Kitzbühel in Ikon Pass

“L’entrata in Ikon Pass di Dolomiti Superski per l’Italia e di Kitzbühel per l’Austria offre ai possessori del nostro skipass globale la possibilità di accedere a due delle destinazioni sciistiche più rinomate delle Alpi, dove l’esperienza in pista è una cosa straordinaria” commenta Erik Forsell, Direttore Marketing di Alterra Mountain Company. “Siamo costantemente alla ricerca di nuove opportunità di espansione della nostra offerta, per poter offrire ai nostri appassionati stazioni esclusive da poter visitare, condividendo così appieno lo spirito della nostra community. E queste due iconiche località europee si sposano perfettamente con questa nostra filosofia.”

Cos’è Ikon Pass?

Ikon Pass è una rete con base in America. Riunisce sciatori e snowboarders di tutto il mondo in una community alla ricerca delle piste più belle del pianeta.

Il sistema globale di skipass, con sede in America, permette ai possessori della tessera di frequentare le più rinomate stazioni sciistiche in cinque continenti, garantendo così, grazie alle stagioni sfasate tra i due emisferi, di potersi divertire sulla neve durante tutto l’anno.

L’Ikon Pass è un prodotto di Alterra Mountain Company con sede a Denver in Colorado, USA.

Come funziona Ikon Pass

I possessori dell’Ikon Pass possono sciare sulle piste di 47 comprensori sciistici in 5 continenti. L’elenco delle destinazioni comprende località e comprensori molto noti a livello internazionale.

Per esempio, negli USA ci sono: Aspen Snowmass, Steamboat, Winter Park, Copper Mountain Resort, Arapahoe Basin Ski Area e Eldora Mountain Resort in Colorado; Squaw Valley Alpine Meadows, Mammoth Mountain, June Mountain e Big Bear Mountain Resort in California; Jackson Hole Mountain Resort nel Wyoming; Big Sky Resort nel Montana; Stratton, Sugarbush Resort e Killington nel Vermont; Windham Mountain nello stato di New York; Snowshoe in West Virginia; Boyne Highlands e Boyne Mountain nel Michigan; Crystal Mountain e The Summit at Snoqualmie nello stato di Washington; Mt. Bachelor nell’Oregon; Schweitzer nell’Idaho;  Sunday River e Sugarloaf nel Maine; Loon Mountain nel New Hampshire; Taos Ski Valley nel Nuovo Messico; Deer Valley Resort, Solitude Mountain Resort, Brighton Resort, Alta Ski Area e Snowbird nello Utah.

In Canada Tremblant nel Quebec e Blue Mountain in Ontario; SkiBig3 in Alberta; Revelstoke Mountain Resort, RED Mountain e Cypress Mountain nella British Columbia.

In Europa, a Zermatt (in Svizzera) si aggiungono ora Kitzbühel in Austria e Dolomiti Superski in Italia.

Per l’Oceania Thredbo e Mt. Buller in Australia; Coronet Peak, The Remarkables, Mt. Hutt in Nuova Zelanda; in Asia Niseko United in Giappone e in Sudamerica Valle Nevado in Chile.

Chi acquista l’Ikon Pass può sciare senza limitazioni in 15 destinazioni del Nordamerica e fino a 7 giorni senza giornate escluse (blackout days) in altre 29 destinazioni in tutto il mondo, compreso Dolomiti Superski.

Con la opzione Ikon Base Pass, il numero di destinazioni fruibili senza limitazioni si riduce a 13, mentre le giornate a disposizione nelle restanti 29 destinazioni a livello mondiale diventano 5, con alcune date non disponibili (periodi di punta e festività principali).

Attualmente, Dolomiti Superski è l’unica destinazione sciistica italiana compresa nel circuito Ikon Pass.

Per informazioni: Dolomiti Superski