scrivi qui cosa stai cercando
Consigli

Cosa mettere nello zaino da trekking per un’escursione in montagna

Cosa mettere nello zaino da montagna?

Scegliere cosa mettere nello zaino da trekking per un’escursione è molto importante.

Quando ci si appresta a fare una camminata in montagna, infatti, è necessario preparare lo zaino in modo adeguato. Un’operazione banale per chi è abituato a camminare sui sentieri e frequentare la montagna, ma non così scontata per chi invece lo fa soltanto occasionalmente.

In questo articolo abbiamo raccolto un elenco di consigli utili e suggerimenti pratici per preparare bene lo zaino per un’escursione di un giorno, senza pernottamento in rifugio. Non parliamo quindi di trekking lunghi – come ad esempio un’alta via o un cammino – ma di una semplice camminata da completare in giornata, scegliendo tra le tante escursioni sulle Dolomiti da fare sui sentieri (e quindi non su vie ferrate, che richiedono un equipaggiamento diverso).

Perché è importante sapere cosa mettere nello zaino da trekking

Sapere come scegliere lo zaino da trekking, cosa metterci dentro e cosa portare con sé durante un’escursione può fare la differenza. Innanzitutto, può farci vivere al meglio ogni uscita all’aria aperta e a volte può aiutarci a superare situazioni di potenziale pericolo, facilmente risolvibili avendo l’equipaggiamento adeguato per affrontare una giornata in montagna.

Capire cosa mettere nello zaino da trekking ci permette di evitare di portare cose inutili (uno zaino troppo pesante di certo non aiuta!), accertandoci invece di avere tutto il necessario, senza dimenticare niente a casa.

Cosa portare nello zaino da montagna per un’escursione di un giorno

Per proteggersi dal sole:

L’esposizione al sole può giocare brutti scherzi, soprattutto in montagna. Meglio quindi prevenire con piccoli ma essenziali accorgimenti che possono aiutarci a evitare scottature, mal di testa e affaticamento dovuto all’insolazione.

Occhiali da sole

Alcune caratteristiche fondamentali per gli occhiali da sole da montagna: lenti polarizzate, capacità di filtrare i raggi UV (protezione UV 400), montatura avvolgente e resistente al sudore.

Stick labbra

Le labbra, esposte al sole e al vento, tendono a seccarsi velocemente e a screpolarsi. Un buon burro cacao o uno stick protettivo le aiuta a restare idratatate.

Per ripararsi dalla pioggia:

Anche nelle giornate di bel tempo, in montagna può capitare di essere sorpresi da un temporale estivo o anche solo dalla pioggia provocata da una nuvola di passaggio. Ecco quindi cosa portare nello zaino per non farsi trovare impreparati e rimanere all’asciutto.

Giacca impermeabile

Occupa poco spazio ma può salvarci la giornata in caso di pioggia: una giacca impermeabile in materiale tecnico (ad esempio in Goretex) deve sempre esserci nello zaino. Quando la acquisti, controlla che abbia: cuciture e cerniere termosaldate, adeguata capacità idrorepellente, cappuccio.

Coprizaino

Alcuni zaini da trekking ce l’hanno già in dotazione, altrimenti puoi acquistare a parte un sacchetto coprizaino: si sovrappone allo zaino, si fissa con appositi ganci/elastici e serve a far sì che la pioggia scivoli via senza bagnare il contenuto. Scegli quello della dimensione più adatta al tuo zaino.

Per proteggersi dal vento e dal freddo:

In montagna la temperatura può cambiare molto velocemente nell’arco della giornata e a seconda della quota che raggiungiamo durante l’escursione (per esempio in vetta o in una forcella). Per non farsi sorprendere dal freddo e dal vento, ecco cosa mettere nello zaino:

Giacca antivento

Per proteggersi dal vento, va benissimo la giacca antipioggia consigliata prima. Per esperienza, però, soprattutto in estate, ci troviamo bene con quelle giacche super leggere e tascabili, che isolano dall’esterno senza tenere troppo caldo.

Per alimentarsi e idratarsi:

Durante un’escursione dobbiamo mantenere una corretta idratazione e adeguate riserve di zuccheri. Quindi: alimentarsi in modo corretto e bere tanto, anche se non si ha la sensazione di sete, per compensare la perdita di sali e integrare i liquidi.

Borraccia

Indispensabile per adulti e bambini, in ogni escursione, per portare con sè la giusta quantità d’acqua. In commercio ne trovate di ogni tipo, ma una qualsiasi borraccia in alluminio con tappo a vite andrà benissimo.

Camel bag

Alcuni zaini hanno la possibilità di inserire nello schienale una sacca in plastica con un tubo che fuoriesce da un’apposita fessura e funge da cannuccia: una soluzione utile e comoda per restare idratati continuando a bere senza doversi fermare per estrarre la borraccia.

Sacchetto impermeabile

Utile averne più di uno: un sacchetto per portare a valle i rifiuti (prodotti da noi o trovati lungo il sentiero), uno per tenere gli alimenti, uno per mettere in salvo il cellulare in caso di pioggia…

Indispensabili sempre:

Questi oggetti dovrebbero essere sempre presenti nello zaino da trekking: pesano poco, occupano poco spazio ma sono di grande aiuto e ci possono salvare in caso di difficoltà. Ecco gli indispensabili da portare sempre con sè:

Mappa escursionistica

Anche chi usa le app analoghe, dovrebbe avere sempre con sé la mappa escursionistica cartacea per studiare e controllare il percorso dell’escursione. Nella pagina di ciascun itinerario descritto su Dolomiti Review trovate l’indicazione della mappa specifica della zona. In commercio trovate facilmente quelle pubblicate da Tabacco e Kompass.

Torcia frontale

Anche se l’escursione avviene di giorno, avere una torcia frontale può tornare utile in varie situazioni: per percorrere sentieri che attraversano grotte o gallerie, per fare segnalazioni luminose a distanza in caso di emergenza, per evitare situazioni di pericolo nel caso in cui ci attardiamo e abbiamo bisogno di illuminare la via (risparmiando la batteria del telefono cellulare).

Kit di primo soccorso

Il kit di primo soccorso è un piccolo sacchetto (meglio se impermeabile), che contiene tutto l’indispensabile per prestare le prime cure a chi si è fatto male o ha bisogno di essere medicato. Dai cerotti contro le vesciche ai piedi alla pinzetta anti zecche, dai medicinali alla coperta termica (essenziale!). Possiamo crearlo noi, oppure acquistare quelli già pronti. Ricordiamoci di controllare la data di scadenza degli oggetti presenti nel kit.

Fazzoletti e salviette

Sappiamo tutti a cosa servono ed è bene non dimenticarceli. Consigliamo di portare con sé un fazzoletto in stoffa, così da non disperdere nell’ambiente quelli di carta dopo esserci soffiati il naso (non sono biodegradabili). Oggi esistono in commercio salviette umidificate biodegradabili, utili per l’igiene intima o per pulirci le mani se ad esempio dobbiamo fare una veloce medicazione.

Possono fare la differenza:

Due oggetti che ingombrano poco ma hanno una garnde utilità.

Fischietto

Pesa pochissimo ma può salvarci la vita: un fischietto da tenere a portata di mano e da usare in caso di emergenza, per segnalare la nostra presenza, attirare l’attenzione anche a distanza e facilitare così i soccorsi. Per convenzione, 6 fischi al minuto (1 ogni 10 secondi) comunicano una richiesta d’aiuto.

Power bank

Un power bank, leggero e potente, ci da la possibilità di ricaricare il telefono (che quando fatica a trovare la copertura si scarica più velocemente) e la macchina fotografica. Utile per giri lunghi e anche in rifugio, dove le prese di corrente non sono molte.

Cosa portare nello zaino da montagna? Elenco completo

Come fare lo zaino per la montagna: i consigli del Soccorso Alpino

Per prima cosa, dallo zaino da trekking non devono sporgere oggetti che potrebbero rimanere incastrati (tra i rami o le rocce sporgenti), facendoci perdere l’equilibrio. Quindi ad esempio se portiamo i bastoncini da trekking attaccati allo zaino, assicuriamoli correttamente usando gli elastici e i gancetti, in modo che creino il minor ingombro possibile.

All’interno dello zaino vanno inseriti: cibo, acqua, una giacca antipioggia e antivento, la mappa escursionistica, occhiali da sole e crema solare, un cappellino per proteggersi dal sole, un kit di pronto soccorso, un cambio completo (in un sacchetto impermeabile), una pila frontale o una torcia.

Questi sono i fondamentali: lo zaino deve essere il più leggero possibile ma contenere il necessario per risolvere ogni imprevisto.


Escursioni Dolomiti

Escursioni tra le Dolomiti

Available for Amazon Prime