Domenica 28 aprile 2019 sarà ricordata come una giornata caratterizzata da abbondanti nevicate sulle Alpi: e anche sulle Dolomiti la neve è scesa in grande quantità, fino a bassa quota.

Dopo la chiusura dovuta a motivi di sicurezza, sono stati riaperti al traffico tutti i principali passi dolomitici, tranne il passo Fedaia.

Per motivi di sicurezza, nel pomeriggio di domenica 28 aprile si era resa necessaria la chiusura di alcuni passi dolomitici. Nelle ore successive, alcuni passi sono stati riaperti al traffico, mentre altri sono rimasti chiusi alla circolazione a causa degli importanti accumuli di neve.

Nel pomeriggio di lunedì 29 aprile, ha smesso di nevicare e sono terminate le precipitazioni sul territorio dolomitico. Come comunicato da Veneto Strade, si sono registrati apporti nevosi di circa un metro sui passi Dolomitici della provincia di Belluno.

A tutti coloro che si trovano alla guida, il consiglio diramato da Veneto Strade è di prestare particolare attenzione per la possibile presenza di mezzi sgombraneve in azione e per gli eventuali cumuli di neve sul piano viabile. Alcuni tratti di strada potrebbero essere ghiacciati.

Passi dolomitici aperti – aggiornato al 29 aprile 2019, ore 18.00

Per motivi di sicurezza, in seguito alle intense nevicate verificatesi nelle ultime ore sulle Dolomiti, erano stati chiusi al traffico i seguenti passi dolomitici: passo Gardena, passo Sella, passo Valparola, passo Duran, passo Cibiana, passo Rolle, passo Fedaia. Dopo la chiusura dovuta a motivi di sicurezza, sono stati riaperti al traffico tutti i principali passi dolomitici, tranne il passo Fedaia.

Passi aperti sulle Dolomiti

Al momento (dalle ore 18.00 di martedì 29 aprile 2019), risultano aperti al transito:

  • passo Gardena
  • passo Sella
  • passo Valparola
  • passo Falzarego
  • passo Campolongo
  • passo Giau
  • passo Rolle
  • passo Pordoi
  • passo Cibiana
  • passo Duran

Passi dolomitici chiusi e strade chiuse al traffico

Resta ancora chiuso al traffico il passo Fedaia, che collega la provincia di Belluno e quella di Trento, ai piedi della Marmolada.

Inoltre, Veneto Strade informa che sono chiusi al transito veicolare alcuni tratti stradali in provincia di Belluno:

  • S.P. 5 di Lamosano in località Palade nel Comune di Chies d’Alpago (dalla progressiva km 4+300 alla progressiva km 4+800): chiusura dovuta a schianti di alberi che interessano la sede stradale;
  • S.P. 619 di Vigo di Cadore (località Casera Razzo) dalla progressiva km 12+000 (località Antoia) alla progressiva 23+550 (confine Provincia di Udine): chiusura dovuta all’aumento del rischio di valanghe
  • S.P. 31 “Del Nevegal”, lato Ponte nelle Alpi, dalla progressiva km 7+000 (loc. Al Cristo) alla progressiva km 14+000 (loc. Pus): chiusura dovuta a schianti di alberi sulla sede stradale, provocati dalla neve accumulata sui rami

Aperta la strada tra Misurina e Carbonin

Dopo la chiusura al transito per notevoli accumuli di neve, nella mattinata di lunedì 29 aprile 2019 è stata invece riaperta la S.P. 49 “di Misurina” tra Misurina e Carbonin, dalla progressiva km 2+500 – località Misurina – alla progressiva km 7+800 – località Carbonin.

Passi dolomitici e viabilità, i link utili per restare aggiornati:

  1. Viabilità e passi dolomitici in Veneto: Veneto Strade
  2. Viabilità e passi dolomitici in Alto Adige: Provincia di Bolzano
  3. Viabilità e passi dolomitici in Trentino: Viaggiare in Trentino